Tipi di terreno e fertilizzazione

soil types

Ogni giardino necessita di tanto in tanto dell’uso di fertilizzanti per dare alle piante le sostanze nutrienti necessarie per la crescita ottimale e la fioritura. È possibile scegliere tra il concime organico e l’uso di fertilizzanti.

Fertilizzante organico

Stallatico e compost sono ideali per arricchire il terreno. Ricoprendo il suolo con questi minerali favorirai la resa delle tue colture. È comunque vero che per rinforzare le piante sono necessarie più sostanze nutritive. Ad esempio, Bakker.com propone stallatico disseccato in granuli e fertilizzante da pollina. Questi contengono sostanze nutritive che vengono lentamente rilasciate nel suolo e che hanno l’effetto di dare un’effettiva spinta alla crescita.

Fertilizzanti

I fertilizzanti inorganici contengono solo sostanze nutrienti, ma non influenzano la struttura e del terreno. Le piante utilizzano questi nutrimenti per crescere e prosperare. I tre elementi fondamentali per il corretto sviluppo delle piante sono: azoto, fosforo e potassio. L'azoto stimola la crescita; il fosforo è un ottimo stimolatore della fioritura, la fruttificazione e la formazione di radici e tuberi sani; infine il potassio incoraggia la formazione di nuove foglie ed è necessario per il trasporto dell’acqua e dei nutrienti all’interno della pianta.

In primavera, cospargi un po' di stallatico come ad esempio Phostrogen in polvere. In estate, dai alle tue piante in crescita del fertilizzante insieme all’acqua di irrigazione. Non usare solo fertilizzanti inorganici troppo a lungo, in quanto dopo un lungo periodo di tempo potrebbero avere un impatto negativo sulla struttura e la vita del suolo. Un po’ di sostanze organiche sono sempre necessarie.

Miglioramento del terreno

Il materiale organico come il compost o stallatico, non solo fornisce nutrienti, ma ha anche un effetto benefico sulla struttura del terreno e la vita del suolo. Inoltre, la torba è un buon condizionatore del terreno. L'uso regolare di materiale organico è molto importante per il tuo giardino. I batteri, funghi e i vermi rompono il materiale morto e lo trasformano in humus, il quale a sua volta fa sì che le particelle di terreno aderiscano l'una all'altra, mantenendo il terreno più umido e trattenendo le sostanze nutritive. L’humus è essenziale per un giardino sano e produttivo con un terreno ben sciolto.

Creare il compost

Il compost rende nuovamente al terreno quei nutrienti tolti dai fiori recisi, delle foglie e dal raccolto di colture. È possibile acquistare il compost già pronto, ma è anche possibile creare facilmente il proprio compost. Anche se il giardino non è molto spazioso, è comunque possibile utilizzare una piccola compostiera.

In primo luogo, è possibile trasformare gli scarti della cucina in compost. Il materiale va tagliuzzato o spezzettato ed il recipiente va riempito strato per strato. Inizia con uno strato di vecchio compost o terreno del giardino. Aggiungi uno strato di rifiuti di circa 20 cm. Poi cospargi con della terra o compost. Continua così fino a quando il bidone è pieno. I batteri, nel corso del tempo, convertiranno i rifiuti nel miglior condizionatore del terreno che si possa desiderare. Se disponi di spazio, puoi anche creare un cumulo di compost in giardino.

Torba

Anche la torba è un buon fertilizzante organico. Questo materiale è stato formato nel corso di decine di migliaia di anni dalle piante. L’humus di torba funziona molto bene e può raggiungere venti volte il suo peso in acqua! La torba migliora la struttura del terreno e lo rende più flessibile e leggero. La torba ha un'altra proprietà speciale: è possibile creare un terreno calcareo con torba a composizione acida, rendendo coì il terreno adatto per piante fortemente acidofile come rododendro, azalee ed erica. Se decidi di utilizzare la torba, assicurati che l'area dove la utilizzi sia sempre umida, in quanto la torba secca tende ad assorbire l'umidità dal terreno come una spugna, facendo così appassire le piante.

Pacciamatura

La pacciamatura è un rivestimento che può essere applicato sul terreno e che offre un'eccellente protezione contro le intemperie, i venti forti, la pioggia torrenziale ed il sole intenso, aiutando a mantenere più costante il tasso di umidità e la temperatura. Questa sorta di pavimento vivente è composta da tutti i batteri necessari e la pacciamatura alla fine si trasforma in humus. Per la pacciamatura è inoltre possibile utilizzare: erba, foglie, paglia o rami di alberi. Il pacciame aiuta anche a prevenire la formazione delle erbacce, scoraggiare i parassiti e completare con una finitura decorativa alle aiuole.