Come potare l’Agrifoglio


Potatura dell'agrifoglio

L'Agrifoglio è una tipica pianta mediterranea appartenente alla famiglia delle Aquifoliaceae.
Famosa come pianta benaugurante natalizia, l'Agrifoglio è molto resistente ed esteticamente assai valido, tanto da essere coltivato un po' ovunque.
Tra arbusti ed alberi, di Agrifoglio ne esistono circa 400 specie diverse.
Di solito l'Agrifoglio viene coltivato come arbusto, arrivando ad un'altezza di 5 metri al massimo.
Le foglie, piuttosto piccole e di colore verde scuro, presentano punte acuminate (fate attenzione quando lo maneggiate!), mentre i fiori sono riuniti in mazzetti.
Tuttavia la principale caratteristica dell'Agrifoglio e probabilmente la più apprezzata dal punto di vista estetico, sta nelle bacche che produce in autunno, che possono essere rosse o gialle a seconda della specie.

Quando potare l'agrifoglio

In primavera l’Agrifoglio non si pota, in quanto potrebbe ancora essere in riposo vegetativo.
Se si tratta di un arbusto, è sufficiente potarlo una volta l’anno, nelle prime settimane di luglio.

Anche la siepe di Agrifoglio si pota una volta l’anno. Per mantenerla ben compatta in ottobre taglia i rami sporgenti, senza esagerare.
Quando si pota l’Agrifoglio occorre fare attenzione a non tagliare parte delle foglie, altrimenti formeranno degli antiestetici margini marrone.
Come nel caso di altre siepi, anche la siepe di Agrifoglio deve essere più larga nella parte inferiore che nella parte superiore.

Ulteriori consigli di potatura

L'Agrifoglio si caratterizza per una crescita lenta e raramente ha bisogno di essere potato, poiché è sufficiente rimuovere i rami che ne alterano la simmetria. Per eseguire l'operazione di potatura proteggete sempre le mani con guanti robusti per non pungervi e farvi male ed usate un paio di cesoie bene affilate, pulite e disinfettate. Se dovete potare un'intera siepe di Agrifoglio, allora dovete fare qualche sforzo in più in termini di tempo e fatica: potate gli arbusti due volte l'anno, a Giugno e ad Agosto.

Cercate di potare gli arbusti in buona salute prima che inizi il loro periodo di crescita; prendetevi cura della pianta non appena vi accorgete che essa ha problemi di salute.
Sfoltite i rami più sottili e i ramoscelli che volete eliminare completamente facendo il taglio all'altezza del ramo principale o di uno d’intersezione; i rami e i ramoscelli che devono essere solamente accorciati vanno rifilati tagliando direttamente sopra un germoglio laterale.
Eliminate tutte le parti malate dalla pianta.

Non coprite i punti di taglio con vernici e/o medicamenti vari, poiché in tal modo si favorisce l'umidità e, di conseguenza, la possibile proliferazione di malattie.
Quando potate una parte malata, disinfettate con alcool denaturato l'attrezzo prima di usarlo di nuovo, onde evitare di attaccare la malattia ad altri esemplari; disinfettate tutti gli attrezzi usati dopo ogni potatura prima di riporli.

La potatura è indispensabile per le siepi di Agrifoglio, ma può essere evitata per gli arbusti coltivati singolarmente; le varietà nane devono essere potate affinché mantengano la loro caratteristica forma e per eliminare i rami sporgenti, che ne guasterebbero l'armonia d'insieme.
Se potate l'Agrifoglio in inverno, usate i suoi rami pieni di bacche per decorare la casa, soprattutto durante le festività natalizie.