Come potare il Kiwi

Come potare il Kiwi

Actinidia deliciosa
Actinidia chinensis

La potatura dopo la piantagione

Dopo la piantagione in primavera o in autunno, pota di ritorno i rami giovani fino a 40 cm circa, così svilupperà dei nuovi germogli che diventeranno i rami principali e formeranno la base della pianta. Sui germogli laterali di questi rami si formeranno i frutti del Kiwi. Lascia circa 50 cm di spazio tra i germogli laterali in modo che i frutti abbiano spazio a sufficienza per svilupparsi. Taglia i germogli laterali eccedenti.

La potatura invernale del Kiwi

Durante i mesi invernali pota di ritorno i germogli laterali (che nel frattempo sono diventati rami) fino al quinto o sesto occhio. I germogli spunteranno da questi occhi in primavera, producendo poi foglie, fiori e frutti.
Taglia i vecchi rami principali dal centro della pianta non appena cominciano a fruttificare. In questo modo ad anni alterni avrai dei nuovi rami principali e l’arbusto si manterrà giovane. L’inverno è il periodo migliore per rimuovere questi vecchi rami principali.

La potatura in maggio

In maggio pota di ritorno i rami del Kiwi fino alla sesta foglia. Il Kiwi ha una crescita molto vigorosa, e tutta la pianta svilupperà nuovi germogli durante tutta la stagione vegetativa, specialmente dalle ascelle fogliari. Taglia quindi tutti i germogli indesiderati in modo che l’energia della pianta si concentri completamente sui rami e sui getti preservati. Questo assicurerà un raccolto ottimale!