Come potare il Faggio europeo

Fagus sylvatica

Il faggio può essere coltivato come pianta solitaria, come arbusto e come siepe, utilizzando tecniche diverse per la potatura.  

È importante precisare che il faggio (Fagus sylvatica) e il carpino bianco da siepe (Carpinus betulus) sono due varietà differenti. Basta osservare il fogliame per stabilire di quale varietà di faggio si tratti: il faggio europeo (Fagus sylvatica) sviluppa foglie dal margine liscio, mentre il margine delle foglie del carpino bianco da siepe (Carpinus betulus) è dentellato.

Potare in marzo

Hai un arbusto di faggio in giardino? Marzo è il mese ideale per sagomarlo e, se sta crescendo troppo, per accorciare i rami di circa 50 cm. Per conservare una vegetazione naturale evitare potature troppo frequenti.Di solito la siepe di faggio si pota a inizio estate, ma se si è sviluppata troppo in altezza, in marzo puoi potarla vigorosamente di ritorno.

Potare in giugno

La siepe di faggio si pota almeno una volta l’anno, preferibilmente a metà giugno, prima del solstizio d’estate.

Potare in settembre

Se la siepe di faggio necessita di un’ulteriore potatura, settembre è il mese ideale per provvedere.

Potare tra novembre e febbraio

I mesi invernali sono perfetti per sagomare la pianta di faggio, tagliando i rami fuori posto, i rami che crescono eretti verso l’alto (succhioni) e i rami che si incrociano nella corona e che col tempo potrebbero danneggiare gli altri rami. Occorre fare sempre attenzione a non danneggiare il colletto di rami e spalmare una pomata sigillante sui tagli.